•  +39 0961 34991  
  •   Info@appaltiegaranzie.it

News

Normativa

Ad un anno dall’introduzione del leasing abitativo emerge...

Normativa

Il direttore dei lavori è responsabile a metà...

Edilizia

Abbiamo già più volte parlato di vizi, difformità e...

Edilizia

Negli ultimi mesi, a causa degli eventi sismici...

Professione

I professionisti che appartengono a Ordini o Albi...

Lavori Pubblici

Resta in vigore l’obbligo di pubblicare i bandi...

Lavori Pubblici

 Tre milioni e mezzo di euro per indagini...

Professione

Ridotti a 60 i Crediti Formativi Professionali (CFP)...

Normativa

È stato fissato per giovedì 2 febbraio il...



Sicurezza sul lavoro: il 26 maggio il click day del Bando Isi 2015 dell'Inail

Informazioni aggiuntive

  • Dalle 16,00 alle 16,30 si potranno inoltrare le domande per i 267 milioni di euro di finanziamenti
Sicurezza sul lavoro: il 26 maggio il click day del Bando Isi 2015 dell'Inail
24 05 2016

Previsto per il 26 maggio 2016 alle 16:00 il click day per l’assegnazione dei 267 milioni di euro di incentivi che l’Inail ha messo a disposizione delle imprese che investono in sicurezza.
 

Bando Isi 2015: istruzioni per l’invio delle domande

Inizierà così la terza fase del bando Isi 2015 che prevede l'apertura dello sportello informatico dalle ore 16 alle ore 16,30.
 
Le imprese potranno inviare, attraverso lo sportello informatico, la domanda di ammissione al contributo utilizzando il codice identificativo attribuito mediante la procedura di download.
 
Per un corretto invio della domanda tramite codice identificativo l’Inail ha messo a disposizione le “Regole tecniche e modalità di svolgimento” con le istruzioni per la procedura di invio della domanda online.
 

Sicurezza sul lavoro: i requisiti

Ricordiamo che i soggetti destinatari dei contributi sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale e iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura. 

Nello specifico, accedono agli incentivi Inail: 
1. progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori; 
2. progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
3. progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. 
 
Il contributo erogato, in conto capitale, è pari al 65% delle spese sostenutedall’impresa per la realizzazione del progetto, al netto dell’Iva. Il contributo massimo erogabile è pari a 130.000 euro; il contributo minimo ammissibile è pari a 5.000 euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di contributo. 

finanziamenti a fondo perduto verranno assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Letto 268 volte