•  +39 0961 34991  
  •   Info@appaltiegaranzie.it

News

Normativa

Ad un anno dall’introduzione del leasing abitativo emerge...

Normativa

Il direttore dei lavori è responsabile a metà...

Edilizia

Abbiamo già più volte parlato di vizi, difformità e...

Edilizia

Negli ultimi mesi, a causa degli eventi sismici...

Professione

I professionisti che appartengono a Ordini o Albi...

Lavori Pubblici

Resta in vigore l’obbligo di pubblicare i bandi...

Lavori Pubblici

 Tre milioni e mezzo di euro per indagini...

Professione

Ridotti a 60 i Crediti Formativi Professionali (CFP)...

Normativa

È stato fissato per giovedì 2 febbraio il...



Nuovo Codice Appalti oggi all’esame del Consiglio dei Ministri

Informazioni aggiuntive

  • Ci sono ancora alcuni nodi da sciogliere e incertezza sul testo che verrà analizzato dal Governo
Nuovo Codice Appalti oggi all’esame del Consiglio dei Ministri
03 03 2016

Dopo una lunga attesa, il nuovo Codice Appalti arriva oggi sul tavolo del Consiglio dei Ministri.
 
Margini di operatività delle Soa, qualità della progettazione, utilizzo del BIM, subappalto e nuovi ruoli di controllo dell’Anac sono i punti su cui si fonda la riforma del settore, anche se restano ancora alcuni nodi da sciogliere.
 
Nei giorni scorsi sono infatti circolate molte bozze, ma sulla versione definitiva c’è ancora incertezza. 

L’ultima versione del Codice Appalti, ad esempio, non chiarisce se i controlli per l’attestazione delle imprese saranno di competenza delle Soa per lavori di importo superiore a 150 mila euro o a un milione di euro. La scelta sarà effettuata molto probabilmente oggi.
 
Sembrano invece superati l’obbligatorietà del BIM e l’introduzione di limiti al subappalto, che erano state ipotizzate in qualche versione precedente. Da capire se il Governo manterrà questa posizione.

Letto 270 volte