•  +39 0961 34991  
  •   Info@appaltiegaranzie.it

News

Normativa

Ad un anno dall’introduzione del leasing abitativo emerge...

Normativa

Il direttore dei lavori è responsabile a metà...

Edilizia

Abbiamo già più volte parlato di vizi, difformità e...

Edilizia

Negli ultimi mesi, a causa degli eventi sismici...

Professione

I professionisti che appartengono a Ordini o Albi...

Lavori Pubblici

Resta in vigore l’obbligo di pubblicare i bandi...

Lavori Pubblici

 Tre milioni e mezzo di euro per indagini...

Professione

Ridotti a 60 i Crediti Formativi Professionali (CFP)...

Normativa

È stato fissato per giovedì 2 febbraio il...



Beni culturali, in arrivo un miliardo di euro

Informazioni aggiuntive

  • Finanziati 33 interventi per rafforzare l’offerta e la fruizione turistica del patrimonio culturale
Beni culturali, in arrivo un miliardo di euro
03 05 2016

Un miliardo di euro per il rafforzamento dell’offerta culturale e il potenziamento della fruizione turistica. Li ha assegnati il Comitato interministeriale per la Programmazione economica (Cipe) nella seduta del 1° maggio scorso.
 
Il Comitato ha assegnato 1 miliardo di euro, a carico del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) 2014-2020, al Ministero dei beni e delle attività culturali per il finanziamento del Piano “Turismo e cultura” finalizzato ad un’azione di rafforzamento dell’offerta culturale del nostro Paese e di potenziamento della fruizione turistica, con interventi per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale e per la messa in rete delle risorse culturali materiali e immateriali, con particolare riguardo al  Sistema museale italiano. Sono previsti anche interventi per il consolidamento di sistemi territoriali turistico-culturali.
 

Gli interventi finanziati

In particolare, a beneficiare del piano saranno grandi completamenti di interventi già in corso, oltre a nuovi interventi di importo complessivo di 170 milioni (vedi slides). Eccoli nel dettaglio:
 
- 70 milioni di euro per l’ex carcere borbonico di Santo Stefano a Ventotene(Lt);
- 70 milioni di euro per il Ducato Estense;
- 60 milioni di euro per l’Auditorium di Firenze;
- 50 milioni di euro per il porto vecchio di Trieste;
 
- 40 milioni di euro per la Reggia di Caserta e Piazza Carlo III;
- 40 milioni di euro per Pompei (Na);
- 40 milioni di euro per il complesso Cerimant (Tor Sapienza) a Roma;
- 40 milioni di euro per la Pinacoteca di Brera a Milano;
- 40 milioni di euro per le Gallerie degli Uffizi di Firenze;
 
- 30 milioni di euro per il centro storico de L’Aquila;
- 30 milioni di euro per il Museo di Capodimonte (Na);
- 25 milioni di euro per il Museo Nazionale dell’Ebraismo e della Shoah diFerrara;
- 25 milioni di euro per la Cittadella di Alessandria;
- 25 milioni di euro per il Parco Archeologico dei Campi Flegrei;
 
- 20 milioni di euro per il Museo archeologico nazionale di Napoli;
- 20 milioni di euro per Paestum (Sa);
- 20 milioni di euro per San Nicola, una delle Isole Tremiti (Fg);
- 20 milioni di euro per i Cammini di San Francesco e di Santa Scolastica;
- 20 milioni di euro per l’Appia Regina Viarum;
- 20 milioni di euro per la Via Francigena;
 
- 15 milioni di euro per le Cavallerizze e i Musei Reali di Torino;
- 15 milioni di euro per La Maddalena;
- 15 milioni di euro per il waterfront di Genova;
- 15 milioni di euro per la Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma;
- 12 milioni di euro per il Palazzo Ducale di Mantova;
- 10 milioni di euro per Ercolano (Na);
- 9 milioni di euro per la Galleria Nazionale di Arte Antica di Roma;
- 8 milioni di euro per le chiese del centro storico di Bologna;
- 8 milioni di euro per il Museo di Arte Orientale di Venezia;
 
- 6 milioni di euro per il Palazzo Reale di Genova;
- 5 milioni di euro per la Cittadella della Cultura di Bari;
- 5 milioni di euro per la Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia;
- 2 milioni di euro per il portico del Santuario di San Luca a Bologna.
 
Infine, 170 milioni di euro vanno a finanziare un Fondo per il completamento di interventi di interesse nazionale sul patrimonio culturale e di promozione e valorizzazione turistica, da definire con un apposito decreto.

“Il governo conferma il forte impegno in un settore fondamentale per la crescita sostenibile dell’Italia - ha dichiarato il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini - capace di generare lo sviluppo sociale, economico e civile del territorio. E’ il più grande intervento sul patrimonio culturale della storia repubblicana: 33 interventi, da Nord a Sud del Paese che avranno un forte impatto sull’economia, riattivando risorse di eccellenza e portando lavoro ai tanti specialisti e tecnici dei beni culturali che, spesso riuniti in piccole e medie imprese, costituiscono parte importante del tessuto economico del territorio”. 

Letto 360 volte