•  +39 0961 34991  
  •   Info@appaltiegaranzie.it

News

Normativa

Ad un anno dall’introduzione del leasing abitativo emerge...

Normativa

Il direttore dei lavori è responsabile a metà...

Edilizia

Abbiamo già più volte parlato di vizi, difformità e...

Edilizia

Negli ultimi mesi, a causa degli eventi sismici...

Professione

I professionisti che appartengono a Ordini o Albi...

Lavori Pubblici

Resta in vigore l’obbligo di pubblicare i bandi...

Lavori Pubblici

 Tre milioni e mezzo di euro per indagini...

Professione

Ridotti a 60 i Crediti Formativi Professionali (CFP)...

Normativa

È stato fissato per giovedì 2 febbraio il...



Appalti sotto soglia, pronte le linee guida definitive dell’Anac

Informazioni aggiuntive

  • Accolti i suggerimenti del Consiglio di Stato che aveva chiesto di non appesantire le procedure
Appalti sotto soglia, pronte le linee guida definitive dell’Anac
14 11 2016

L’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac) ha pubblicato le linee guidadefinitive sull’affidamento dei contratti sotto la soglia comunitaria.
 
Come chiesto dal consiglio di Stato a settembre, le procedure sono state semplificate, soprattutto quelle per gare di modico valore, ad esempio entro i mille euro di importo.
 
Innanzitutto un chiarimento sulla procedura. Le gare per l’affidamento di lavori di importo pari o inferiore a un milione di euro possono essere aggiudicate con il criterio del minor prezzo.
 

Affidamento diretto

Sotto i 40mila euro può avvenire l’affidamento diretto, ma la Stazione Appaltante deve fornire una motivazione adeguata. La motivazione può essere resa in forma semplificata quando l’importo dell’affidamento non supera i mille euro o nel caso in cui gli affidamenti avvengano sulla base di un apposito regolamento, già adottato dalla stazione appaltante, che tiene conto dei principi comunitari e nazionali.
 
L’eventuale possesso dell’attestato di qualificazione SOA per la categoria dei lavori da affidare è sufficiente per la dimostrazione del possesso dei requisiti di capacità economico/finanziaria e tecnico/professionale.
 

Procedura negoziata

I lavori tra 40mila e 150mila euro possono essere affidati tramite procedura negoziata previa consultazione di almeno cinque operatori economici. L’individuazione degli operatori da consultare deve seguire una indagine di mercato ed è sempre necessario il rispetto del criterio di rotazione degli inviti.
 
Tra i 150mila euro e un milione di euro, è sempre possibile la procedura negoziata, ma previa consultazione di almeno dieci operatori.
 
Per importi elevati, superiori a 500mila euro, le stazioni appaltanti motivano il mancato ricorso a procedure ordinarie che prevedono un maggior grado di trasparenza negli affidamenti.

Letto 294 volte