•  +39 0961 34991  
  •   Info@appaltiegaranzie.it

News

Normativa

Ad un anno dall’introduzione del leasing abitativo emerge...

Normativa

Il direttore dei lavori è responsabile a metà...

Edilizia

Abbiamo già più volte parlato di vizi, difformità e...

Edilizia

Negli ultimi mesi, a causa degli eventi sismici...

Professione

I professionisti che appartengono a Ordini o Albi...

Lavori Pubblici

Resta in vigore l’obbligo di pubblicare i bandi...

Lavori Pubblici

 Tre milioni e mezzo di euro per indagini...

Professione

Ridotti a 60 i Crediti Formativi Professionali (CFP)...

Normativa

È stato fissato per giovedì 2 febbraio il...



Abitazioni esistenti, prezzi crollati del 19% in cinque anni

Informazioni aggiuntive

  • Istat: nel 2015 il calo dei prezzi è stato più contenuto, grazie alla ripresa delle compravendite
Abitazioni esistenti, prezzi crollati del 19% in cinque anni
06 04 2016

Rispetto al 2010, nel 2015 i prezzi delle abitazioni esistenti sonodiminuiti del 18,9% e quelli delle abitazioni nuove del 1,2%, con un calo medio del 13,9%. Lo dice l’Istat nel suo ultimo bollettino.
 
Sulla base delle stime preliminari, nel quarto trimestre 2015 - spiega l’Istituto di Statistica - l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, sia per abitazione sia per investimento, è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dello 0,9% nei confronti dello stesso periodo del 2014 (era -2,3% nel trimestre precedente).
 
La progressiva riduzione dell’ampiezza della flessione tendenziale dei prezzi delle abitazioni si conferma anche nel quarto trimestre del 2015, grazie soprattutto alleabitazioni esistenti, i cui prezzi, dopo il -2,8% del terzo trimestre, hanno registrato un calo dell’1,0% nel quarto. I prezzi della abitazioni nuove sono diminuiti su base annua dello 0,5% (era -0,9% nel terzo trimestre).
 
Pertanto, il differenziale in valore assoluto tra la variazione tendenziale dei prezzi delle abitazioni esistenti e quella dei prezzi delle abitazioni nuove si riduce, portandosi a 0,5 punti percentuali (da 1,9 del trimestre precedente).
 
Il ribasso congiunturale è dovuto sia alla diminuzione dei prezzi delle abitazioni nuove(-0,5%) e, in misura più contenuta, al calo di quelli delle abitazioni esistenti (-0,1%).
 
In media, nel 2015, i prezzi delle abitazioni diminuiscono del 2,4% rispetto al 2014 (quando la variazione media annua era stata pari a -4,4%). Il calo è imputabile a una flessione del 2,8% dei prezzi delle abitazioni esistenti (dopo il -5,2% del 2014) e dell’1,3% dei prezzi di quelle nuove (era -2,2% nel 2014).
 
Il ridimensionamento del calo in media d’anno dei prezzi delle abitazioni si è manifestato in presenza di segnali di ripresa dei volumi compravenduti (+6,5% è l’incremento registrato per il 2015 dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate per il settore residenziale).

Letto 276 volte